Incontinenza Uomini La storia di Paolo

La storia di Paolo

Pur di non ammettere di essere incontinente uscivo di casa sempre meno ed evitavo di trovarmi in intimità con mia moglie.

"Non avrei mai pensato che alcune delle mie cattive abitudini potessero causarmi l’incontinenza."

Dopo i primi episodi di perdite urinarie mi sono preoccupato di avere problemi alla prostata e sono andato subito dal medico, ma dagli esami risultava tutto a posto. Per cui le cause dovevano essere necessariamente altre: ingenuamente non credevo che il sovrappeso e il fumo fossero tra le cause dell'incontinenza, ma il mio medico di famiglia mi ha aperto gli occhi, mi ha dato una serie di consigli per migliorare la situazione e mi ha suggerito di utilizzare un assorbente specifico.

All’inizio mi sentivo a disagio, ma devo dire che nessuno si è mai accorto di nulla, per cui dopo un po’ ci ho fatto l’abitudine (e soprattutto non avevo più l’ansia di rischiare di bagnare i pantaloni o di dover correre in bagno all’improvviso).

L’imbarazzo era però una costante con mia moglie: ogni volta che avevamo rapporti mi capitava di avere delle perdite di urina, e quindi a un certo punto ho cominciato ad evitare di trovarmi in intimità con lei. Questo stava cominciando a minare il nostro matrimonio anche fuori dalle lenzuola e non potevo accettarlo, per cui mi sono deciso a fissare un nuovo appuntamento con il medico nonostante mi vergognassi ad affrontare un argomento così delicato. Per fortuna l’ho fatto!
Ho scoperto che esistono dei semplici accorgimenti e che basta scegliere le posizioni che non “stressano” la vescica: ora la nostra intimità è tornata quella di un tempo e non devo più preoccuparmi di altro se non di lei.

Close

Egosan nel mondo.

Scopri dove puoi trovarci.